Il gatto della fortuna

maneki_neko_01Per noi sembra che ci saluti invece che chiamarci a sé, ma ciò è dovuto solo alla differenza nei gesti tra occidentali e giapponesi. Le origini del maneki neko (招き猫 lett. “gatto che chiama”) sono comunque molto incerte. La storia più nota è spesso attribuita a vari protagonisti (a imperatori giapponesi, a Oda Nobunaga, al samurai Naotaka), e racconta che l’illustre personaggio sia passato vicino a un gatto che sembrava salutarlo.

maneki_neko_02Interpretando il movimento del gatto come un segno, il nobiluomo si fermò e andò verso di lui; essendosi allontanato dalla strada che stava seguendo, si accorse di aver evitato una trappola che era stata tesa per lui proprio poco più avanti. Da allora i gatti furono considerati spiriti saggi e portatori di fortuna. In molti luoghi di culto e case giapponesi si trova la raffigurazione di un gatto con una zampa alzata nell’atto di salutare, di qui l’origine del maneki neko, spesso indicato anche come kami neko riferendosi al kami, o meglio allo spirito, del gatto.

Questo gatto “porta fortuna” è anche protagonista di varie leggende.

maneki_neko_04La sua scultura viene di solito viene esposta in negozi, ristoranti, sale di pachinko e altre attività commerciali; è anche usata come amuleto shintoista. Se la zampa alzata è la destra dovrebbe attirare il denaro, la sinistra i clienti. Esistono maneki neko di diversi colori, stili e gradi di ornamento. Oltre che come statuetta, il maneki neko si può trovare come portachiavi, salvadanai, deodoranti, e altri oggetti. La razza di gatto rappresentata dalla statuetta è generalmente un bobtail giapponese.

maneki_neko_05È opinione comune che più in alto sia la zampa, maggiore sia la fortuna che porta. Quindi la zampa dei Maneki neko ha avuto la tendenza a essere, negli anni, sempre più alta. Pertanto l’altezza della zampa è utilizzata da alcuni come metodo approssimativo per stimare l’età di una statuetta. Un’altra credenza comune è che più alta è la zampa e da più lontano verrà la fortuna. Alcuni Maneki neko hanno una zampa che si muove, azionata da una batteria o dall’energia solare, che ripete all’infinito il gesto del chiamare con un cenno.

Collabora con noi!

collaboratori_02
Questo strumento è a disposizione di tutti coloro che desiderano condividere la propria passione per il Giappone, tramite la pubblicazione di contenuti, articoli e saggi sul mondo nipponico.

Se ti interessa collaborare, invia la tua candidatura (nome, cognome ed email) a collaboratori@ilmiogiappone.it insieme a un esempio di contenuto che vorresti condividere con i lettori.

×
Clicca "mi piace" per rimanere aggiornato!

Non perdere neanche una notizia, un anime e un evento dal Giappone.

×