Il ruolo delle donne secondo Miyazaki

miyazaki_collageMiyazaki è stato definito femminista dal presidente dello Studio Ghibli Toshio Suzuki, in riferimento alla sua visione nei confronti delle donne lavoratrici.
Le donne occupano una parte di rilievo nelle sue opere, trovandosi spesso in ruoli importanti, se non proprio nel ruolo di protagoniste.
Sono spesso figure femminili forti che vanno contro i ruoli di genere comuni dell’animazione giapponese.

Ad esempio sono donne a riparare l’aereo di Marco in Porco Rosso, a lavorare nell’impianto termale ne La città incantata, ad abitare la Città del Ferro e a lavorare nella fornace in Princess Mononoke. Anche in film più leggeri come Kiki consegne a domicilio, tutti i personaggi principali sono donne che lavorano, come l’artista Ursula, la panettiera Orsono, la fashion-designer Maki e le streghe Kiki e Kokiri.

Collabora con noi!

collaboratori_02
Questo strumento è a disposizione di tutti coloro che desiderano condividere la propria passione per il Giappone, tramite la pubblicazione di contenuti, articoli e saggi sul mondo nipponico.

Se ti interessa collaborare, invia la tua candidatura (nome, cognome ed email) a collaboratori@ilmiogiappone.it insieme a un esempio di contenuto che vorresti condividere con i lettori.

×
Dall'Italia un tributo ad Akira e Ghost in The Shell!

kenzoUna light-novel tutta a colori, un romanzo con numerose illustrazioni, composta da due racconti di fantascienza: un libro che vuole essere insieme un tributo agli autori di fantascienza e all’animazione nipponica.
 
Si chiama L’era dei Robot, ed è un progetto tutto made in italy e in crowdfunding di Marco Paracchini e Pierfrancesco Stenti.

×
Clicca "mi piace" per rimanere aggiornato!

Non perdere neanche una notizia, un anime e un evento dal Giappone.

×