4 risultato/i per ""traffico""

Il traffico? Colpa dei cervi!

Un branco di giovani daini ha bloccato la strada nella città di Nara, in Giappone, dopo essersi allontanati dal vicino parco nazionale. La scena non è inusuale perché i daini locali non temono le persone e spesso si avvicinano la centro abitato soprattutto in estate, quando la temperatura raggiunge anche i 35 gradi e gli animali cercano di rinfrescarsi riposando…

Focus su: la banca arcobaleno

[mappress mapid=”30″]

sugamo_01Creare un luogo dove i clienti possano sentirsi a proprio agio e restare più a lungo.
 
Questa è la banca arcobaleno, presente a Nakaaoki (nord di Tokyo), ed si tratta della quarta sede della Sugamo Shinkin Bank.
 
Una banca che, per rendersi più visibile e individuabile nella frenesia e nel traffico della metropoli, ha scelto di dotarsi di un arcobaleno di colori.

Focus su: i primi cento anni della stazione di Tokyo

La stazione di Tokyo (東京駅 Tōkyō-eki) si trova a Marunouchi, il distretto d’affari di Chiyoda, nei pressi del Palazzo Imperiale e del distretto commerciale di Ginza. Si tratta del terminal ferroviario principale di Tōkyō e della stazione giapponese più frequentata per numero di treni al giorno (oltre 3000). È anche la quinta stazione del Giappone orientale per traffico di passeggeri. Si tratta del punto di partenza ed arrivo della maggior parte delle linee ferroviarie ad alta velocità giapponesi (Shinkansen), oltre ad essere servita da numerose linee locali e regionali per pendolari. Fa parte anche della rete metropolitana di Tokyo. La stazione è gestita dalla JR East, che cura anche un centro servizi per i viaggiatori, con cambio valute, deposito bagagli e anche un servizio di portineria, insieme a una recente attivazione di un servizio Wi-Fi.

stazione_tokyo_05In questi giorni si festeggia il suo centenario, con il completamento della ristrutturazione della facciata, distrutta nei bombardamenti della seconda guerra mondiale. Si dice, inoltre, che sia presente una fitta rete di tunnel segreti, che passando dalla stazione collega tutti gli edifici governativi. Il più antico è un passaggio che collega la stazione di Tokyo con la Posta Centrale, il cui tracciato originale fu tranciato negli anni trenta. Peraltro, dalla stazione di Tokyo i passeggeri possono accedere a sei stazioni limitrofe, cn camminamenti sotterranei, per oltre due chilometri di corridoi.

Focus su: il ponte più lungo del mondo

[mappress mapid=”10″]

Iniziato a costruire nel 1980 (la fase di progettazione era durata i venti anni precedenti), è stato inaugurato nel 1998 e il 17 gennaio 1995 ha resistito al terremoto di Kobe di intensità 6,8 della scala Richter, quando già erano state issate le due torri (alte ciascuna 300 metri) e l’epicentro del sisma era localizzato proprio nella faglia nello stretto di Akashi. Le due torri non subirono danneggiamenti estremi (sebbene il terremoto abbia fatto oltre 15 000 vittime nel paese), ma la torre sud si spostò di 120 cm, e i lavori ripresero soltanto dopo un mese.
 
Attesa la enorme dimensione del ponte, risulta che l’80% della sua capacità portante è impegnata a reggere il peso proprio dell’opera mentre solo il restante 20% è destinato a sostenere il traffico stradale. Il progetto iniziale prevedeva anche il traffico ferroviario che fu, successivamente, per ragioni non note, soppresso.

Collabora con noi!

collaboratori_02
Questo strumento è a disposizione di tutti coloro che desiderano condividere la propria passione per il Giappone, tramite la pubblicazione di contenuti, articoli e saggi sul mondo nipponico.

Se ti interessa collaborare, invia la tua candidatura (nome, cognome ed email) a collaboratori@ilmiogiappone.it insieme a un esempio di contenuto che vorresti condividere con i lettori.

×
Dall'Italia un tributo ad Akira e Ghost in The Shell!

kenzoUna light-novel tutta a colori, un romanzo con numerose illustrazioni, composta da due racconti di fantascienza: un libro che vuole essere insieme un tributo agli autori di fantascienza e all’animazione nipponica.
 
Si chiama L’era dei Robot, ed è un progetto tutto made in italy e in crowdfunding di Marco Paracchini e Pierfrancesco Stenti.

×
Clicca "mi piace" per rimanere aggiornato!

Non perdere neanche una notizia, un anime e un evento dal Giappone.

×