9 risultato/i per ""kimono""

Vestizione del kimono

Ogni donna giapponese, quando indossa un kimono, segue un codice preciso. Perché questo indumento, il kimono (lett. “cosa che si indossa”), è il costume nazionale giapponese. La quantità e la complessità delle parti che compongono il kimono e la lunghezza e pesantezza dell’obi fanno sì che a volte si reputi necessaria la presenza di una persona che aiuti a indossarlo.…

Quei kimono da bici

Cosa può fare una donna che volesse indossare il kimono e salire su una bicicletta? Ovviamente, una banale bici da donna non è sufficiente… però i giapponesi si sono ingegnati e così la Kyoto bicycle and light vehicle organisation ha realizzato un veicolo specifico, per chi indossa questo capo. Il costo? Quasi cinquantamila yen.

WA! Japan Film Festival

Torna il WA! Japan Film Festival, l’unica kermesse italiana totalmente giapponese. Quest’anno si apre alla multimedialità e alla rappresentazione della cultura nipponica nel suo complesso, accompagnando alle visioni del miglior cinema prodotto in Giappone nell’ultima stagione le peculiarità locali in fatto di gastronomia, artigianato, moda e videogame. Dopo il felice esperimento dello scorso anno, nel 2015 sarà Milano a dare…

Hanami in Italia

Anche in Italia sta prendendo piede l’usanza dell’hanami; nel quartiere romano dell’EUR si trova il Parco Lago dell’EUR in cui nel luglio 1959 fu inaugurata la strada pedonale e ciclabile che attraversa il parco che si chiama Passeggiata del Giappone in onore di tale Paese e in quell’occasione il primo ministro, Nobusuke Kishi, in visita ufficiale in Italia, donò a…

Quella cintura speciale…

L’obi è una cintura tipica giapponese, indossata con i kimono e i keikogi, sia da uomini che da donne. Questa cintura nacque nel periodo Kamakura (1185-1333) grazie all’abbandono da parte della donna degli hakama (pantaloni larghi indossati sotto il kimono) e dunque all’allungamento del kosode (kimono a maniche corte) che rimanendo aperto nella parte anteriore aveva bisogno di una cintura…

Dai Samurai a Mazinga

Tutta giocata sul contrasto tra fasti antichi e sogni futuristi, si propone un viaggio nella cultura del Giappone attraverso cinquecento opere: dalle armature dei samurai ai kimono. dalle maschere alle calligrafie alle shunga, fino alla modernità celebrata da anime e manga. Tra questi Goldrake, Mazinga o Jeeg Robot d’acciaio. [mappress mapid=”2″]

Un coming age sotto la neve

Anche quest’anno si è celebrato il Coming Age, l’evento con il quale le ragazze giapponesi festeggiano il passaggio alla maggiore età. Con addosso solo il kimono, le ragazze a Tokyo hanno ballato sotto la neve. La cerimonia è molto sentita in Giappone, e migliaia di ragazze hanno ballato vestite con il solo kimono.

Le rumorose calzature tradizionali

Le scarpe tradizionali giapponesi si chiamano geta. Sono zoccoli di legno, indossati solo in occasioni speciali o che è possibile vedere ai piedi dei lottatori di sumo quando indossano la yukata (un abito informale) o ancora delle maiko, le geishe “in training”. Proprio il suono delle calzature (karankaron) si dice che ispiri nostalgia nei più anziani giapponesi per il ricordo…

Alla scoperta del kanzashi

I kanzashi sono ornamenti usati nelle acconciature tradizionali femminili, e a febbraio sono composti da fiori ume rosa scuro o rossi, simbolo d’amore tra giovani e dell’arrivo della primavera. Sono realizzati in diversi materiali, dal legno laccato all’oro, dall’argento al guscio di tartaruga, dalla seta alla plastica.   Vista la loro varietà di forme e materiali, possono anche essere oggetti…

Collabora con noi!

collaboratori_02
Questo strumento è a disposizione di tutti coloro che desiderano condividere la propria passione per il Giappone, tramite la pubblicazione di contenuti, articoli e saggi sul mondo nipponico.

Se ti interessa collaborare, invia la tua candidatura (nome, cognome ed email) a collaboratori@ilmiogiappone.it insieme a un esempio di contenuto che vorresti condividere con i lettori.

×
Dall'Italia un tributo ad Akira e Ghost in The Shell!

kenzoUna light-novel tutta a colori, un romanzo con numerose illustrazioni, composta da due racconti di fantascienza: un libro che vuole essere insieme un tributo agli autori di fantascienza e all’animazione nipponica.
 
Si chiama L’era dei Robot, ed è un progetto tutto made in italy e in crowdfunding di Marco Paracchini e Pierfrancesco Stenti.

×
Clicca "mi piace" per rimanere aggiornato!

Non perdere neanche una notizia, un anime e un evento dal Giappone.

×