26 risultato/i per ""Aso""

Focus su: il vulcano Asosan

[mappress mapid=”13″]

Il monte Aso è il più grande vulcano attivo del Giappone, ed è tra i maggiori al mondo. Esso si trova nella prefettura di Kumamoto, sull’isola di Kyūshū. La sua vetta è a 1592 m s.l.m.. Il monte Aso ha una delle più grandi caldere del mondo (25 km a nord-sud e 18 km a est-ovest). La caldera ha una circonferenza di circa 120 km, anche se fonti diverse variano il perimetro esatto.

Il gruppo del cono centrale dell’Aso si compone di cinque vette: Monte Neko, Monte Taka, Monte Naka, Monte Eboshi, e il Monte Kishima. Il punto più alto è la cima del Monte Taka, a 1592 metri d’altitudine. È possibile accedere al cratere del Monte Naka tramite la strada del lato ovest. Il cratere contiene un vulcano attivo che emette continuamente fumo e ha occasionali eruzioni. Solo il cratere settentrionale (il primo cratere che si è formato), è stato attivo per gli ultimi settanta anni (1974, 1979, 19841985, 1989 – 1991 e 2004).

L’attuale caldera presente sull’Aso è dovuta ad un ciclo di eruzioni che si verificano assiduamente su una gamma di 90.000-300.000 anni. La caldera, una delle più grandi del mondo, contiene addirittura la città di Aso. Il Vulcano Somma si estende per circa 18 km da est a ovest e per circa 25 km a nord a sud. Ejecta, derivante dalla grande eruzione della caldera presente circa 90.000 anni fa, copre più di 600 km³ ed è equivalente al volume del Monte Fuji.

asosan_01Recentemente il JMA ha riferito che, sulla base dei dati di sismicità e infrasuoni, l’eruzione dal cratere dell’Asosan ha avuto inizio il 25 novembre ed è poi proseguita fino al 12 Dicembre. Il livello di allerta intanto rimane a 2, ma non è escluso che nelle prossime ore possa alzarsi in maniera ulteriore.

Quattro cose da evitare… compreso il quattro!

Ci sono delle cose che noi occidentali diciamo e facciamo spesso ma che in Giappone è meglio evitare nel modo più assoluto. Soffiarsi il naso in pubblico, ad esempio, è considerato un gesto maleducato e orribile… ma se state cercando un posto chiuso per soffiarvi il naso, allora potete tirar su con il naso fino alla morte. Lo stesso vale…

Una copia di sicurezza di Tokyo?

Cosa succederebbe se Tokyo venisse distrutta da un qualche cataclisma? E’ una domanda che si sono posti in molti, tra i governanti della città e del paese nipponico, e che ora ha una risposta: sono iniziati i progetti per la costruzione di un “backup” della città più popolosa al mondo. Le autorità giapponesi creeranno dal nulla una copia esatta della…

Hurricane Polimar

Il giovane Takeshi Onikawara, un ragazzo all’apparenza goffo e scansafatiche, entra in possesso del polimet, uno speciale casco che riveste chi lo indossa di un polimero pressoché indistruttibile, consentendo anche di trasformarsi in qualunque veicolo (aereo, sottomarino, ecc.). Il ragazzo, in disaccordo con il padre (capo dell’Interpol), riceve in dono il polimet dal suo inventore – uno scienziato ucciso da…

Focus su: le alpi giapponesi

alpi_giapponesi_02Sia che siate snowboarder che semplici sciatori, a sole due ore di viaggio da Tokyo potete trovare un’occasione di svago incredibile. Vi aspettano infatti le Alpi giapponesi, con neve soffice, piste ampie e scimmie della neve immerse nelle acque termali. Le vette più alte raggiungono i tremila metri, e non è un caso che siano state sede delle Olimpiadi invernali di Nagano nel 1998. Per rilassarsi, poi, si può fare un bagno nelle acque termali, dette onsen.

alpi_giapponesi_03Le Alpi giapponesi (日本アルプス Nihon Arupusu) sono una serie di catene montuose situate in Giappone, che si distribuiscono lungo la principale isola dello Honshū. Il nome è stato coniato da William Gowland, il “padre dell’archeologia giapponese”, e successivamente reso popolare dal reverendo Walter Weston (1861-1940), un missionario inglese la cui lapide commemorativa è situata a Kamikōchi, una destinazione turistica nota per il suo clima alpino. Quando Gowland coniò la frase, tuttavia, si riferiva solamente ai monti Hida.

Ano Hana: perché guardare questo anime

Da modesti appassionati di anime, adoriamo andare in cerca sul web di nuove light novel da guardare e a cui appassionarci.   Ed è esattamente così che abbiamo conosciuto Ano Hana ( Ano hi mita hana no namae o bokutachi wa mada shiranai ). Pieni di aspettative, ci siamo goduti ogni puntata, ignari della trama e degli sviluppi della storia,…

Rinne diventa un anime

L’opera Rinne di Rumiko Takahashi diventerà presto un anime. All’interno del ventitreesimo volume del manga uscito in Giappone, infatti, una nota a margine dell’autrice annuncia la trasposizione del manga, in venticinque episodi. Esso andrà in onda sul canale NHK dalla primavera di quest’anno. Come la maggior parte delle opere di questa autrice, la trama ha elementi soprannaturali e i protagonisti…

Come si calcola la data dell’hanami?

Il fattore più importante nel determinare il tempo di fioritura dei ciliegi è la posizione geografica: in generale, più il clima è mite e prima avviene l’apertura. Per tale ragione a sud, nelle isole subtropicali di Okinawa, i fiori di ciliegio aprono già a gennaio mentre sull’isola settentrionale di Hokkaido fioriscono più tardi, verso maggio. Nella maggior parte delle città…

Ghost in the Shell diventa un film!

Variety ha ufficialmente confermato che Scarlett Johansson ha accettato la parte della protagonista nella riduzione cinematografica di Gost in the Shell, una pellicola che sarà prodotta da Avi Arad, Ari Arad e Steven Paul, con il sostegno diretto di Steven Spielberg, mentre alla regia vi sarà Rupert Sanders. Dopo i due principali adattamenti cinematografici in forma di anime, Ghost in…

Collabora con noi!

collaboratori_02
Questo strumento è a disposizione di tutti coloro che desiderano condividere la propria passione per il Giappone, tramite la pubblicazione di contenuti, articoli e saggi sul mondo nipponico.

Se ti interessa collaborare, invia la tua candidatura (nome, cognome ed email) a collaboratori@ilmiogiappone.it insieme a un esempio di contenuto che vorresti condividere con i lettori.

×
Dall'Italia un tributo ad Akira e Ghost in The Shell!

kenzoUna light-novel tutta a colori, un romanzo con numerose illustrazioni, composta da due racconti di fantascienza: un libro che vuole essere insieme un tributo agli autori di fantascienza e all’animazione nipponica.
 
Si chiama L’era dei Robot, ed è un progetto tutto made in italy e in crowdfunding di Marco Paracchini e Pierfrancesco Stenti.

×
Clicca "mi piace" per rimanere aggiornato!

Non perdere neanche una notizia, un anime e un evento dal Giappone.

×